Sesso e intimità

Pubblicato il Pubblicato in Sesso

Il sesso è il piacere nella sua essenza primordiale e libera. Quindi se lo intendiamo in questo modo, non vi è molto da dire, semmai da fare. Le parole sarebbero solo un contorno all’azione fisica ed emozionale. Aggiungendo la parola “intimità” dopo la parola sesso, entriamo in un mondo più complesso di relazioni affettive di coppia. Ecco che l’intimità diventa lo specchio della coppia e della sua autenticità. La condivisione dell’intimità ci pone su di un piano privilegiato e segreto, dove a nessuno al di fuori del partner è consentito entrare. Come si arriva dal sesso all’intimità ? Superando paure ancestrali e il rischio di un’eccessiva fusione che potrebbe renderci deboli, in quanto ci svela nudi in ogni senso. Se superiamo queste barriere avremo un’intimità fortemente autonoma ed individuale, all’interno di un rapporto di coppia. Vuol dire che rimarremo noi, come eravamo prima di…..ma saremo più completi nel condividere l’intimità. Quindi saremo “sani”. Se invece non riusciremo a mantenere la nostra identità, avremo un’intimità non malata, ma deteriorata o addirittura distrutta da istinti di sopraffazione, più o meno velati. Da bisogni di simbiosi, da ostilità nascoste e poi improvvisamente espresse. Vi saranno eccessi di inibizione o di prevaricazione. Può nascere un’intimità fatta di fusione e sovrapposizione, di troppa comunione, di promiscuità. Quest’ultima toglie mistero a quella parte che deve rimanere segreta e intrigante. A questo punto aggiungiamo che l’intimità possiede una serie di sottocategorie che la compongono e senza le quali sarebbe una parola incompleta. Vi sarà intimità sessuale, corporea, intellettuale, spirituale, affettiva. In particolare quando vi è carenza di intimità affettiva, nascono numerosi e variegati disturbi psicologici, dei quali parleremo approfonditamente. Sono graditi i commenti a questo articolo e vorrei sapere se il linguaggio che uso è ben comprensibile.

Rispondi